Ιταλική γλώσσα

Ένα ιστολόγιο αφιερωμένο στην Ιταλία, στην ιταλική γλώσσα και στην εκμάθηση της...
English French German Spain Italian Dutch Russian Portuguese Japanese Korean Arabic Chinese Simplified

venerdì 23 dicembre 2011

Ακολουθία χρόνων της υποτακτικής - Congiuntivo


Ακολουθία χρόνων της υποτακτικής στον ενεστώτα

Κύρια πρόταση                                 Δευτερεύουσα πρόταση
                                                                                            
Penso che
(presente)
azione futura:               Maria vada/andrà in vacanza il mese prossimo
azione contemporanea: Maria vada in vacanza.
azione passata:             Maria sia andata in vacanza il mese scorso.



Ακολουθία χρόνων της υποτακτικής στο παρελθόν
                                                                                                  
Κύρια πρόταση                                 Δευτερεύουσα πρόταση
                                                                                            
 Ho pensato che
(passato prossimo)

Pensavo che
(imperfetto)

Avevo pensato che
(trapassato prossimo)

Pensai che
(passato remoto)

azione futura:  Maria andasse/sarebbe andato* in vacanza il mese prossimo


azione contemporanea: Maria andasse in vacanza.

azione passata:  Maria fosse andata/andasse in vacanza il mese scorso.

Tι σημαίνει addirittura;


1 assolutamente, senz'altro: 


una simile affermazione è addirittura inconcepibile

2 nientedimeno, persino (per lo più con valore enfatico): 


conosce addirittura il ministro

3 (ant.) direttamente; senza indugio.



(Grande vocabolario d'italiano De Agostini)





Δείτε επίσης στο: 
http://forum.wordreference.com/showthread.php?t=46253










Sulla parola addirittura (
http://nonciclopedia.wikia.com)




Quote rosso1.png Se la parola "Addirittura" potesse guardarti lo farebbe con occhi sgranati e luccicanti di gioia. Quote rosso2.png
~ Pablo Neruda su "Addirittura"
Quote rosso1.png L'Addirittura è l' verbo più gagliardo e di maraviglaia conpunto / ca 'a mutar l'animo mio da storto a diritto mi sovvien lo spunto Quote rosso2.png
~ Francesco Petrarca lodando "Addirittura"

Quote rosso1.png ...e perciò dico che la parola "addirittura" da sola potrebbe sostituir in un sol gesto tutta la lingua italiana. Quote rosso2.png

~ Alessandro Manzoni su "Addirittura"

mercoledì 21 dicembre 2011

Τι γράφεται για μας; Grecia 2011, il Natale senza festa



Con la crisi criminalità, disoccupazione e indigenza
«Noi come nel 1965, mai stati così poveri»

Dal nostro inviato BENEDETTA ARGENTIERI
ATENE- La voce di Elvis che canta White Christmas rimbomba per tutta la strada a pochi giorni dal Natale. Di fianco le casse un bambino di sei anni si dimena in un piumino che è troppo grande per la sua età, con un dito indica lo scaffale di caramelle in un negozio che svende tutto. La madre gli accarezza la testa e guarda altrove. Questo non è il momento dei regali. Perché Atene non è in festa.
Una signora vende i fiori a Kolonnakis Una signora vende i fiori a Kolonnakis
UN SET DI UN FILM- La città affronta il periodo come se fosse un supplizio per non essere in grado di celebrare alcunché. L’ennesima umiliazione dopo essere stata strangolata dai debiti, dai tagli e dalle tasse. E dalle richieste della Troika. Il Comune prova a far dimenticare la crisi, le violenze, la povertà. Ha piantato un albero poco addobbato in mezzo a piazza Omonia, assediata da criminalità e prostituzione. Sotto, un presepe che di notte viene usato dai clochard come rifugio. Ha fissato le luminarie a Kolonnakis, quartiere dello shopping di lusso, ma tra i negozi vuoti, seppure con sconti che arrivano al 70 per cento, e quelli chiusi sembra il set di un film che racconta una vita che non c’è più. Migliaia di persone passeggiano, in quello che dovrebbe essere l’ultimo sabato di shopping prenatalizio, senza avere sacchetti in mano. Senza un sorriso. Non si fermano nemmeno davanti alle vetrine a indicare l’oggetto del desiderio. L’apparenza, così cara ai greci, non conta più. Affollano i caffé. Ma quello di sedersi a un tavolino a parlare della situazione economica, sembra oramai l’unico vero lusso che si possono permettere.
I TAGLI DELLE FAMIGLIE- Gli altri si arrangiano come possono, fanno di tutto per far quadrare i conti. «I regali? Li ho fatti solo ai miei nipoti in un bazaar. Ho speso circa 70 euro». George, 59 anni tassista, sorride dietro ai folti baffi grigi, guardando nello specchietto retrovisore. Guadagna la metà rispetto al 2009 e intanto il costo della vita è raddoppiato. Ci sono sempre nuove tasse da pagare e aumenti inaspettati. Si taglia dove si può. Così la maggior parte dei palazzi ha spento il riscaldamento centralizzato perché «in troppi non pagavano». Le famiglie utilizzano stufe elettriche e fornelletti. La nuova trovata del governo è quella di inserire nelle bollette la quarta tassa sulla casa. E se non si paga staccano la luce. «E’ incostituzionale, per questo ci siamo rivolti a un giudice», spiega George Papadatos, libraio di Monastiraki. Indicando i 600 euro in più sul conto dell’elettricità. I lunghi capelli argentati gli incorniciano il viso. Stanco e provato. George colleziona volumi antichi e spulciando nel suo negozio si possono trovare vere rarità. «Non è proprio un mestiere con cui si diventa ricchi». In un giorno è riuscito a vendere 35 euro di merce. Lo spettro della rassegnazione adombra gli occhi che un tempo dovevano essere pieni di vita. «Mai mi sarei immaginato di trovarmi a 69 anni in questa situazione». Ogni mattina apre alle 8 e chiude alle 10 di sera. «Non si sa mai qualcuno volesse fare un regalo». Quattordici ore di lavoro che condivide con la moglie e il figlio di 23 anni. Ed è proprio parlando di lui che il tono della voce si fa ancora più grave:«Quella dei giovani è la tragedia della Grecia».
Atene e il Natale della crisiAtene e il Natale della crisi     Atene e il Natale della crisi     Atene e il Natale della crisi     Atene e il Natale della crisi     Atene e il Natale della crisi
«LA TRAGEDIA DEI GIOVANI» - Il 40 per cento dei ragazzi tra i 18 e 30 anni è disoccupato. In molti lavorano gratis. Cercano di arrotondare facendo, bene che vada, i camerieri. Chi può scappa, lascia il Paese. Si parte per la Germania, la Svezia. Davanti all’ambasciata australiana per giorni in centinaia si sono messi in coda: si cercano medici da “importare” a Sydney. Per chi rimane è la desolazione. “Vorrei abbandonare tutto ma mio padre sta male. E anche se non ho un lavoro, la mia famiglia mi ha chiesto di rimanere”. Pablo ha 23 anni, si è laureato con il massimo dei voti all’Università di Atene in Economia. “Farei qualsiasi cosa, non si trova nulla, nemmeno per le consegne a domicilio perché non c’è niente da consegnare”. Frustrazione e rabbia si mescolano in un cocktail che in molti ritengono possa diventare pericoloso. “Perché da qualche parte questa molla deve essere scaricata”.
Centinaia i cartelli Affitasi  sui palazzi Centinaia i cartelli Affitasi sui palazzi
CRIMINALITA' E DISOCCUPAZIONE- Così sopravvivere da queste parti non è facile. «Almeno 30mila negozi hanno chiuso solo in centro. Per intenderci uno su tre. I suicidi sono aumentati del 40 per cento. Il 20 per cento delle persone ha perso il lavoro. Altrettante vivono sotto la soglia di povertà», Greg Chrisohidis, fotografo 39enne dai lunghi capelli corvini, snocciola le cifre che vengono ripetute sui giornali. I numeri possono essere asettici, «ma questa è macelleria sociale». E le ricadute si vedono dovunque, anche in Pireus street, dove migliaia di greci si mettono in fila per un pasto da portare via in un sacchetto azzurro. Si vedono camminare per le strade del centro che oramai è stato diviso tra bande e immigrati che pensavano di trovare lavoro in Europa. E invece sono costretti a rimanere in Grecia. Senza un lavoro. Si sono spartiti il territorio dello spaccio e della prostituzione. Una dose di eroina, così come qualche minuto in compagnia, costa cinque euro, la stessa cifra che si paga per due souvlaki (spiedini). E quando cala la sera non c’è greco che possa passare indenne da queste vie. La criminalità (al 9 per cento nel 2009) è raddoppiata in due anni. Le strade male illuminate rendono il centro poco papabile per turisti e uomini d’affari. Con il risultato che migliaia di compagnie hanno abbandonato i loro uffici e almeno 18 alberghi intorno a Omonia hanno chiuso. Il cuore di Atene ha smesso di battere con questo esodo.
C'È CHI TIFA PER IL DEFAULT - «Se continuiamo così nemmeno il turismo ci salverà», sottolinea Christos Zafeiropoulos. Le sue speranze sono riposte negli stranieri visto che ha deciso di aprire un ristorante sotto l’ombra del Partenone. «Non pago i dipendenti da due mesi. Ma continuiamo a lavorare tutti i giorni». Per rientrare dai costi dovrebbe fare almeno 40 coperti tra pranzo e cena. Se arriva a dieci è «fortunato». Tiene duro, «per la mia famiglia e per i lavoratori». Certo è che a pensare alle feste, la prima cosa che viene in mente è il 2012. L’annus horribilis. L’anno della svolta. Lui tifa per il default. «Torniamo alla Dracma per non essere più schiavi dei tedeschi». E come lui centinaia di giovani. «Chiunque dica una cosa del genere o è un pazzo o un giocatore d’azzardo». Stathis Anestis, segretario generale del sindacato Gsee, è seduto nel suo ufficio in un palazzo coperto da uova di vernice lanciate durante una manifestazione. Scuote la testa, mentre sfoglia il rapporto sul suo Paese. «Siamo tornati a vivere nelle stesse condizioni del ’65, non siamo mai stati così male». Eppure le avvisaglie c’erano. «Sì, ma non ci abbiamo creduto. Ora bisogna ricominciare a crescere. Perché il paracadute delle famiglie non può durare a lungo». In molti casi non funziona già più. Un gruppo di studenti fuorisede dell’Università di Atene canta nella speranza di strappare un sorriso ai passanti. E, neanche a dirlo, qualche spicciolo. Il cestino è quasi vuoto. E’ il Natale ai tempi della crisi. E’ il Natale 2011 ad Atene.

20 dicembre 2011 | 13:35
http://www.corriere.it/esteri/11_dicembre_20/natale-grecia-crisi_89bb53e6-2ae6-11e1-b7ec-2e901a360d49.shtml

Regali di Natale


Regali di Natale

Tutti gli anni arriva insieme al Natale il grande dilemma di cosa regalare alle persone care che ci stanno vicine tutto l'anno e anche a parenti ed amici che vediamo solo nelle occasioni di festività. In questa sezione cerchiamo di darvi qualche idea su alcuni regali di Natale da acquistare in tempo per le feste.

CONSIGLI PREZIOSI PER L'ACQUISTO DEI REGALI DI NATALE
Usando un pò di ingegno si riesce a trovare dei regali utili, sfiziosi e che soprattutto non costino una fortuna. Di seguito vi diamo delle dritte per riuscire a trovare il giusto regalo di Natale e districarsi tra la jungla di idee e novità che si vedono in giro.
  • Azzeccare il regalo: ad ogni persona va preso il giusto regalo di natale. Prima di partire in quarta alla ricerca dell'oggetto più originale e sfizioso dell'inverno, fermiamoci un attimo a riflettere e chidiamoci se il regalo di Natale a cui stiamo pensando piaccia più a noi o al destinatario... Cercate di focalizzarvi sulla personalità della persona, sui suoi gusti e sulle cose che prefersice: solo in questo modo si riesce a selezionare al meglio i regali di natale da fare.
  • Visitare i mercatini: nei banchi si trovano spesso delle idee molto originali e di solito i prezzi sono più bassi che nei negozi.
  • Visitare gli Outlet: ormai gli outlet sono presenti in tutte le città ed offrono prodotti di marca con sconti molto alti (dal 30% al 70 %).
  • Comprare i regali di Natale su Internet: ormai è appurato che acquistare online è molto conveniente. Vi consigliamo di acquistare online specialmente nel caso in cui vogliate regalare libri, videocassette, cd e prodotti elettronici ma anche abbigliamento ed accessori. La cosa fondamentale è di selezionare siti seri e tenere conto dei tempi di consegna.
  • Non cercare i regali di Natale all'ultimo minuto: la cosa migliore da fare è di programmare l'acquisto dei regali di Natale molto in anticipo in modo da essere sicuri di trovare quello che si cerca e di evitare le corse deleterie dell'ultimo minuto.
ECCO LE CATEGORIE DI REGALI CHE ABBIAMO REALIZZATO

Regali di Natale Golosi
Regali d Natale fatti a mano
Regali di Natale classici
Regali di Natale Utili
Regali di Natale per i segni zodiacali


REGALI DI NATALE GOLOSI

Regali di Natale: Marmellata di arance
Marmellata di Arance
Per persone golose o come oggetto in più da inserire nei vostri cesti di Natale vi consigliamo di preparare la marmellata di arance preparata in casa: troverete la ricetta nei nostri archivi: Ricetta Marmellata di Arance
Vi consigliamo poi di arricchire il vasetto con un bel nastro rosso e con un copricoperchio di carta (si vendono nei negozi).
Regali di Natale: Composta di mele
Composta di mele 
Se il destinatario del vostro regalo è molto goloso potrete preparare la composta di mele: potete trovare la Ricetta Composta di Mele nei nostri archivi.
Anche in questo caso arricchite il vasetto con del nastro colorato ed un copricoperchio di carta.

Regali di Natale: Cesto di Natale
Cesto di Natale
Cesto di Natale con i prodotti tipici della vostra città: tipicamente all'interno del cesto si mettono pandoro (e/o panettone), una bottiglia di spumante, torrone, dolcetti tipici, salumi, olio, miele, composti salati da spalmare.
Si possono poi fare delle personalizzazioni inserendo anche candele, decorazioni natalizie ed oggettistica gradita ai destinatari.
Regali Natalizi: Liquore di Natale
Liquore di Natale
Occorrente:
- 1 litro di grappa di buona qualità
- 2-3 arance non trattate con pesticidi (il numero dipende dalle dimensioni delle arance)
- caffé in chicchi
- 20 cucchiai di zucchero
Realizzazione:
La vare bene le arance e fare dei buchi nella buccia con un coltello appuntito dove dovranno essere inseriti dei chicchi di caffé (ce ne dovranno essere circa 40 per ogni arancia). Mettere la grappa in un grosso vaso di vetro a chiusura ermetica: immergere le arance e chiudere il vaso ermeticamente. Le arance dovranno riposare nel vaso per 30 giorni. Passato questo tempo si dovrà aggiungere lo zucchero all'interno del barattolo e farlo scigliere completamente. Poi si dovrà filtrare il composto con un colino ed imbottigliarlo. Dato che il liquore avrà un bel colore ambrato, vi consigliamo di usare bottiglie trasparenti di varie forme e di decorarle con ficchi di rafia e di raso e se si vuole fare una decorazione particolare, si possono usare delle fette di arancia essiccate.
REGALI DI NATALE FATTI A MANO

Regali Natalizi: Candela in gel
Candela in gel
Occorrente:
- Contenitore in vetro
- Gel per candele
- Fiore di decorazione
- Stoppino
- Sabbie colorate oppure schegge di conchiglie o piccoli sassi
Realizzazione:
Sul fondo del contenitore in vetro mettere la sabbia colorata o le conchiglie o i sassi. Adagiare il fiore di decorazione. Far scigliere a parte il gel (se lo fate sciogliere a microonde si diminuisce la probabilità di formazione di bolle). Versare il gel nel contenitore, lasciare raffreddare e inserire lo stoppino cerato. 

Regali Natale: Candela di Cera
Candela di cera 
Occorrente:
- Contenitore in vetro (vanno benissimo i bicchieri da cognac)
- Stoppino cerato
- Polvere o Pastiglie di paraffina di vari colori
Realizzazione:
Inserite nel contenitore di vetro lo stoppino cerato cercando di tenerlo eretto. Versare nel contenitorele pastiglie di paraffina formando delle croci. Alternare ogni volta un colore diverso in modo da far divenire la candela variegata. Ripetere l'operazione fino a colmare il contenitore: la candela è pronta!

Regali Natale: Sacchetti Profuma Biancheria
Sacchetti profuma biancheria
Occorrente:
una striscia di tela aida, filo bianco per cucire, un ago, lavanda profumata, nastrini colorati o rosso, dorato
Realizzazione:
Tagliate la tela aida in modo che chiusa in due venga un sacchettino. Cucitela ai due lati, riempitela con la lavanda e poi chiudete il sacchettino con il nastrino rosso o dorato.


REGALI DI NATALE CLASSICI

Regali Natale: Regali natalizi er i freddolosi
Per i freddolosi
- Sciarpa, cappello guanti tutti coordinati
- Ciabattone simpatiche di varie forme
- Calzini da casa antiscivolo con decorazioni natalizie
- Plaid con decorazioni di Natale da usare sul divano davanti alla TV
- Maglione fatto a mano nei colori natalizi (rosso, verde)
- una felpa calda
Regali di Natale per gli appassionati e collezionisti
Per gli appassionati
- Oggetti da collezione graditi al destinatario
- Set di monete o Set di francobolli
- Bambole da collezione
- Pezzi di antiquariato (ceramica, vetro, libri)
- Stampe antiche o quadri
Regali di Natale per le amiche
Per le amiche
- Un paio di calze decorate alla moda
- un portamonete deorato artigianale
- Bigiotteria di moda (orecchini, anelli, braccialetti, etc)
- Un portafortuna
- Una candela decorata a mano
- Decorazioni per cellulare
- Un portachiavi natalizio
- Un peluche
- Un'agenda etnica con penna abbinata
- Una sciarpa con guanti abbinati
Idee Regalo di Natale per il fidanzato
Per il fidanzato
- Un maglione
- un cellulare
- il suo profumo preferito
- un paio di guanti
- un orologio o un braccialetto o una collana in caucciù
- un libro
- un peluche
- un lettore mp3
- un portafotografie con una vostra foto particolare
- un portafogli
- una penna
Idee regalo natale per la fidanzata
Per la fidanzata
- Un cellualare
- il paio di scarpe che desidera da tanto tempo (:-) )
- un anello o un braccialetto
- un completino intimo
- un maglioncino
- un profumo o linea di trucco invernale
- un peluche
- una borsa e/o un portafogli
- un cuore grande antistress
- un week end romantico in montagna o una giornata in beauty farm
- due anelli d'argento uguali (uno per te e uno per lei)
- ultimo cd del suo cantante preferito

REGALI DI NATALE UTILI

Regali di Natale per salutisti
Per i salutisti
- Contacalorie
- contapassi
- cesto con prodotti biologici
- Abbigliamento sportivo
- libri con consigli sulle migliori diete ed allenamenti del momento
Regali natalizi per buongustai
Per i buongustai
- Libri di ricette o di abbinamenti tra cibi e vini
- kit per preparare i cocktail
- accessori particolari per la cucina (attrezzo per il coucous o la bourgugnone)
- cesto con prodotti tipici delle regioni italiane ordinati via internet
- kit da sommelier
- Set di ottimi vini
Regali natalizi per chi ama stare in casa
Per chi ama stare in casa
- Cd
- libri
- un puzzle (di dimensioni variabili a seconda della pazienza del destinatario del regalo)
- cofanetto di dvd
- abbonamento a Sky
Natale regali per chi viaggia spesso
Per chi viaggia spesso
- Borse da viaggio
- beauty case
- kit con ciabatte e asciugamani da viaggio coordinati
- sveglia da viaggio
- linea di prodotti abituali in formato mignon
- cuscino anatomico per aereo

adattato da: http://www.amando.it/natale/regali-di-natale.htm

giovedì 15 dicembre 2011

Ιδιαίτερα Μαθήματα Ιταλικών



-Παραδίδονται ιδιαίτερα μαθήματα για όλα τα επίπεδα (Α1-C2) και για όλα τα πτυχία (Celi 1-5, κπγ, cils...)!
-Έμφαση στον προφορικό λόγο γιατί πάνω από όλα μας νοιάζει να μπορούμε να μιλάμε!
-Μάθημα εξ' ολοκλήρου στα ιταλικά για να συνηθίζουμε!
-Extra υλικό, ταινίες, περιοδικά, βιβλία, μουσική γιατί έχοντας επιλογές είναι πιο ευχάριστο!
-Ο τόπος;; δεν είναι πρόβλημα.. σπίτι σου, σπίτι μου ή και κάπου αλλού!!
-Η τιμή;; συζητήσιμη!!







Καραμαλή Ιωάννα
Τηλέφωνο: 6938922498
email: ikaramali@hotmail.com
 Για οποιαδήποτε πληροφορία ή διευκρίνηση!

Chiavi: Primo Ascolto 40. Una fan


40. Una fan
- Pronto!
- Pronto!
- Buonasera. Dove guardiamo? ...Pronto!
- Sono Antonella da Foggia.
- Serena da Foggia, benvenuta...
- Antonella.
- Antonella. Io subito coi nomi sono fantastica!
- Ma io questo qua...
- Antonella, ciao.
- Dove sei, Antonella? Fatti vedere!
- Sono agitatissima. ...Non ci posso credere. Dopo tantissime volte. Allora, ti volevo innanzi -
tutto fare i complimenti per il concerto che hai tenuto ad Apricena, in provincia di Foggia, il
28 di maggio.
- Come no, come no! È stata una serata meravigliosa, con moltissima gente, devo dire.
- Io ero in prima fila, davanti al tuo microfono, m’avessi guardato una volta.
- Addirittura. (risate e applauso)
- Evviva la sincerità, Antonella.
- No, è la tensione, la tensione che si crea sul palco, che a volte... no... io in realtà, ... forse
...forse non ti sei accorta, ma t’ho guardata...
- Comunque, io ero quella che ti mandava i baci!
- Ma allora...
- Ma allora è una cosa seria.
- Poi volevo farvi una domanda. Io ho tutti i cd di Michele; tutti, tranne i primi due: “Sa ra -
banda” e “Soltanto amici”. La Sony non li pubblica più. Che vogliamo fare?

Chiavi: Primo Ascolto 39. Alimentazione


39. Alimentazione
- Professore, allora, a questo punto bisogna spiegare come andrebbe organizzata correttamente
una giornata alimentare per chi è a dieta.
- Diciamo che al mattino bisogna fare un’ottima colazione con latte e cereali. Cereali che
possono essere prodotti da forno: biscotti, fette biscottate e così via. Più tardi, a metà mattino,
uno spuntino a base di frutta oppure uno yogurt. A mezzogiorno o a cena si possono scam -
biare i due pasti, uno è dato dai carboidrati con... il piatto migliore sarebbe carboidrati con
legumi, cioè pasta e ceci, pasta e fagioli, pasta e lenticchie, in quanto è un piatto completo;
completo perché apporta i carboidrati dati dalla pasta, i legumi che sono le proteine e il gras -so che è dato dall’olio extra vergine d’oliva.
- Tutti alimenti tra l’altro sanissimi.
- Sempre. A merenda un altro frutto e per cena, se a mezzogiorno abbiamo mangiato i car -
boidrati, di sicuro dobbiamo introdurre delle proteine, quindi dei prodotti di origine animale:
la carne, il pesce o le uova, sempre con una minestra e, se non ci sono dei grossi problemi di
dieta, anche il pane. Di nuovo, il frutto. La frutta, però, non sempre lontano dal pasto, non è
detto che bisogna mangiarla lontano dal pasto, semplicemente perché così facciamo piccoli
pasti e frequenti.

Chiavi: Primo Ascolto 38. Messaggi pubblicitari (3)


38. Messaggi pubblicitari (3)
1.
Caro amore mio,
ti ho regalato il doppio forno Delonghi. Doppio forno perché si può cucinare sia tradizio nal -
mente sia a microonde, così con il forno elettrico tenterai di superare anche mia madre. Scher -
zo! Mentre con il forno a microonde, velocissimo a scongelare e cucinare, perdonerai i miei
ritardi è bello, comodo, si pulisce in un attimo. Così avremo più tempo per noi tre. Ti amo.
PS. Sono affamato.
2.
Dal 23 Novembre al 31 Dicembre al Grancasa puoi vivere un Natale speciale con “Speciale
Natale”. La promozione per darti al meglio tutto l’assortimento di giocattoli, hi-fi piccoli e
grandi elettrodomestici, casalinghi, Fai da te, teleria e tante tante occasioni per passare un Na -
tale davvero speciale.
Grancasa a Legnano, Nerviano, San Giuliano e Pero.
3.
- Uffa! Che cosa preparo?
- Non farti prendere dal panico quando arriva l’ora di cena. Vai sul sicuro. Scegli Riomare e la
tranquillità di un alimento sempre sano e genuino.
- Ottima idea. E stasera filetto di salmone Riomare.
- Non ti preoccupare. Scegli Riomare.
4.
- Vuoi un centro studi che ti prepari a sostenere qualsiasi esame nei tempi giusti e con ottimi
risultati. Universitalia.
- Vuoi laurearti lavorando. Universitalia.
- Lezioni individuali dalle 9 alle 21. Metodologia di studio con tutor specializzati ed assistenza
burocratica.
- Universitalia è all’Eur. 06-5921795 e al Flamigno 06-3224951.
- Metodo Universitalia, massimo 36 ore, pronti all’esame.

Chiavi: Primo Ascolto 37. Una cantante napoletana


37. Una cantante napoletana
- “Viva Napoli” ottava edizione, segna anche il ritorno di una grande artista, di una bellissima
voce, quella di Irene Fargo. Ciao.
- Ciao a tutti, e soprattutto di una mamma a tempo pieno.
- E infatti diciamo subito questa cosa, perché molti si chiederanno ...Irene Fargo... ma questa
grande artista, ma come mai non l’abbiamo più vista, non l’abbiamo più sentita. Perché lei
ha ...aveva qualcosa di molto importante da fare. Una bellissima bambina, che si chiama
Isabella, ha cinque mesi, ed è veramente un bambolotto. E siamo a due?
- Siamo a quota due, Eleonora ed Isabella. Tra l’altro ho lavorato sempre, anche in gravidanza;
anche se la seconda gravidanza è stata un pochino più pesante, tutta d’estate, quindi, gli spo -
stamenti sono stati parecchi, abbiamo toccato molte località italiane, soprattutto del Sud, e
quello che mi piace di più è che “Viva Napoli” è un ritorno che per me è molto importante;
anche in video intendo dire.
- Certo. Allora questa Isabella ha viaggiato con te... eh...?
- Ma tutte e due poverette si sono già fatte tournée sia prima della nascita che dopo.
- Senti, che cosa sta preparando adesso Irene... va be’ insomma... con due bambine non è78
facile, comunque penso che continuerai a dedicare la tua vita anche alla musica, no?
- Senz’altro. Anche perché io senza musica non posso stare. Ho preparato un altro disco na -
poletano e probabilmente uscirà un doppio album napoletano.

Chiavi: Primo Ascolto 36. Una mamma preoccupata


36. Una mamma preoccupata
- Pronto?
- Buonasera, Marinella.
- Buonasera a Lei.
- Dunque vorrei sapere per mio figlio.
- Cosa vuoi sapere?
- Allora, per l’amore.
- Dimmi.
- È Toro, 28 anni, e lei Sagittario, 30.
- Come andrà?
- Come va?
- No, va...
- Come andrà.
- Ecco. Vediamo come andrà tra questi due ragazzi; perché come va senz’altro lo sai.
- Sì, sì.
- Andiamo a vedere come andrà fra loro due a livello sentimentale, speriamo bene. Oddio.
- Mmh.
- È lei che è così gelosa?
- Ma..., non lo so, guardi. È una coppia... È una strana coppia.
- Ascolta... Infatti io... senti... ti dico solo adesso come va? Io vedo delle angosce.
- Io vedo mio figlio che è un po’...
- Io vedo dei prob... Sono sposati? Spero no.
- No, no, no.
- Eh, perché questa storia va ad interrompersi.
- E no, ma io spero eh... Perché proprio...
- Allora meno male, perché io ti stavo dando... oh, sì, sì...
- Davvero? Guardi, perché io vedo mio figlio che è in crisi.
- Guarda... brutta, brutta, non mi piace....

Chiavi: Primo Ascolto 35. Smettere di fumare


35. Smettere di fumare
- Senta, un’ultima domanda, dottoressa. Perché è così difficile smettere di fumare?
- Smettere di fumare è difficile, però, anzitutto vorrei dire che si può e difatti sei milioni
d’italiani ci sono riusciti. È difficile innanzitutto perché c’è questa dipendenza fisica dalla
nicotina. È difficile anche perché ci sono dei problemi psicologici di relazione del fumatore
con la sigaretta e con l’abitudine al fumo ed è difficile anche perché c’è anche tutto un condi -
zio namento psicologico, pagato generalmente dall’industria del tabacco che si traduce nella
pub blicità e nel cercare di indurre i giovani al fumo e che ovviamente hanno un effetto sulle
per sone. Però, appunto ripeto, ci sono tanti metodi e soprattutto è importante che non ci si
arrenda al primo fallimento, perché c’è tanta ricerca adesso proprio sullo smettere di fumare
e tante persone sono riuscite a smettere di fumare ma, magari, non al primo tentativo; quindi
non biso gna scoraggiarsi davanti a un fallimento, ma bisogna ritrovare in se stessi la forza e
riprovare a smettere di fumare.
- Grazie, dottoressa Negri di aver partecipato a questa edizione di Informa Salute.

Chiavi: Primo Ascolto 34. Messaggi pubblicitari (2)


34. Messaggi pubblicitari (2)
1.
- Mi dai i Buonissimi? Voglio fare un antipasto sfizioso e apparecchiare in modo più allegro.
- Mi dai i Buonissimi? Vorrei fare un primo speciale, dare un tocco di novità alla tavola.
- Mi dai i Buonissimi? Sa, questa sera siamo in sei.
-  I  Buonissimi. I nuovi volumi di ricette gustose che ti regalano il sevizio per sei persone
“tavola country”.
- I Buonissimi. In edicola il primo volume con la prima posata e in più prova l’insaporitore alle76
erbe “magia d’aromi Knorr” De Agostini Ideadonna.
- Mi dai i Buonissimi? eh......
2.
- Quelle ragazzine, tutte rossetto e zatteroni. Io provo pena per loro. A mia figlia, ho trasmesso
valori seri. E poi siamo amiche. Ci diciamo tutto, so con chi esce, so a chi telefona. E al te -
lefono non ci passa le ore, preferisce leggere un buon libro. Amore!!!!!
- Nuovo Sirio 187: tutte le SMS che vuoi.
- Dal telefono dei tuoi.
- Il primo telefono di casa al mondo, con le SMS. Solo da Telecom Italia.
- Sì, mia figlia è diversa. Credo.
3.
È con vero piacere che Riomare presenta le Insalatissime di Riomare. Le insalate di pesce già
pronte, stuzzicanti, fantasiose, con il tonno migliore o il salmone migliore e tante verdure belle
e buone.
Insalatissime Riomare: un’allegria pronta da gustare o per arricchire fantasiosi primi.
Insalatissime Riomare: la fantasia è servita.
4.
- Amore, oggi ti voglio parlare di una grande cucina.
- Trovi una porta aperta. Io vado pazzo per la cucina italiana.
- No, mio caro sei fuori strada.
- Ho capito. Intendevi la nouvelle cuisine.
- Acqua, acqua. Lascia stare la Francia. La cucina che dico io è molto più vicina. È a Bagno di
Tivoli.
- Fettuccine fatte in casa, pollo alla cacciatora!
- No, CBS più semplicemente. CBS, la fabbrica di cucine che vende direttamente al pubblico.
- Tu portami a scegliere una bella cucina che poi... alle fettuccine ci penso io.
- 0774-358323...

Chiavi: Primo Ascolto 33. Appassionata di cinema


33. Appassionata di cinema
- Costanza, ti piacciono le favole?
- Sì, mi piacciono molto; però al cinema vedo più il genere thriller.
- Addirittura?!
- Eh ... sì. Mi piace molto.
- Per esempio un film che ti piace tanto?
- Beh... mi è piaciuto molto “Le verità nascoste”, quello di Robert Zemekis, e poi “Psycho”,
quello di Alfred Hitchcock. Di genere thriller mi sono piaciuti questi.
- Aaah... bene, io andavo così... Volevo parlare di favole. Bene, noi, invece, parliamo di thriller.
Invece la favola più bella?
- Beh, mmh... io credo.... A me mi è piaciuto sempre molto “Peter Pan”, tant’è che lo sapevo a
memoria.
- Ma cosa facevi, te le facevi raccontare dai tuoi genitori oppure ti leggevi il libricino e la storia
da sola?
- No, no, me le facevo raccontare.
- Te le facevi raccontare.
- Sì.
- Quando, la sera prima di andare a dormire?
- Sì, sì. La maggior parte delle volte, sì.
- Costanza, la vuoi vincere la magliettina?
- Eh..., magari.
- È molto carina, dai, giochiamo.
- Sì, dimmi!
- Nella versione originale, la voce di SHREK appartiene ad un attore canadese diventato molto
famoso nei panni di un agente segreto negli anni sessanta, in un film dal titolo “Austin
Powers, il controspione”. Mi sai dire il titolo di quest’attore?
- Sì, credo proprio di sì. Mike o Michael Myers.
- Ragazzi, io non ho parole.
- Grazie!
- Non ho parole. Una bambina di dieci anni che così tranquilla, Michael Myers. Brava! Brava!
- Grazie! E che io sono veramente molto appassionata e quindi queste cose le so. Poi dai vostri
trailer qualcosa riesco sempre a capire.
- Ma quante volte vedi tu Coming soon?
- Mah... un paio di ore al giorno, una cosa esagerata. Infatti, mio padre mi dice che sono
“monocanale”. Mi dice che guardo solo “Coming soon”. Però a me mi piace, specialmente i
programmi di classifiche...... tutte queste cose.